sandonatovaldicomino.net

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Mercatino di S. Costanza

Approfondimenti
foto d'epoca del mercatino di Santa Costanza quando ancora si teneva in P.za della Libertà

[in alto: foto d'epoca del mercatino di Santa Costanza quando ancora si teneva in P.za della Libertà]


L'ultima domenica di agosto, a San Donato, in occasione della festa di Santa Costanza Martire, si svolge il tradizionale mercatino dei "cocci" e delle cipolle. Sin dal 1700 infatti la festa era l'occasione per i bambini di farsi regalare o per acquistare con i propri risparmi fischietti, car'siegl', cucc'tell' ed altri piccoli giocattoli, rigorosamente di coccio, mentre per le madri il mercatino era l'occasione per acquistare, in previsione dell'arrivo dell'inverno, pignatte, pentole, piatti e la
"n'zerta" (treccia) di aglio o cipolle.

In occasione della festa veniva anche preparato il tradizionale menù, così composto:

  • Primo: Cipollata

  • Secondo: Spezzatino con cipolle

  • Contorno: Insalata di ortaggi

  • Dolce: Pan di Spagna

  • Da bere: Orzata


A partire dagli anni '60 il Mercatino, tenuto presso l'attuale Piazza della Libertà, perse sempre più importanza fino a non essere più svolto. Anche la stessa festa passò in secondo piano rimanendo esclusivamente come festività religiosa, con Novena e Processione. Alla fine degli anni '90, l'Associazione Turistica Pro Loco di San Donato Val di Comino, durante la presidenza di Luca Leone, ha iniziato un percorso di riscoperta delle antiche tradizioni storiche sandonatesi, incluso la tradizionale Festa di Santa Costanza. Nel 1999, dopo anni di "oblio" l'allora amministrazione Comunale, dietro richiesta della Pro Loco, ha ripristinato l'antico mercatino che ora si svolge, sempre l'ultima domenica di Agosto, in Piazza Giustino Quadrari e lungo Via Duomo. Con l'occasione, oltre a trovare ed acquistare, cocci, pignate e cipolle, nelle antiche cantine è possibile degustare l'antico menù della festa.


Mercatino di Santa Costanza
Torna ai contenuti | Torna al menu